Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2014

Nuovo Master triennale "Yoga Counseling Espressivo e Arteterapie"

Presto online la brochure!
Piani di studio personalizzati

YogaDanza: Teorie e tecniche psicocorporee associate al plesso pelvico.

dom, 18 maggio, 09:30 – 13:30

"NataYoga - fluidità e flessibilità"

Teorie e tecniche psicocorporee associate al plesso pelvico.



“Tenebra ricoperta da tenebra era in principio;
tutto questo era un ondeggiamento indistinto.
Quel principio vitale che era serrato dal vuoto,
generò se stesso l'Uno mediante la potenza del proprio calore.

Il desiderio nel principio sopravvenne a lui,
il che fu il primo seme della mente.
I saggi trovarono la connessione dell'essere cercando con riflessione
nel loro cuore”

Nasadiyasukta, Rg Veda inno 129 del X Mandala

Svadhishthana è il regno delle acque, origine di ogni forma vivente, acqua che tutto fertilizza producendo vita in un ciclo creativo primordiale senza fine, è il Salila l'ondeggiamento indistinto dell'universo, nel quale l'Uno genererà se stesso.
L’acqua è sorgente di vita, mezzo di purificazione e rigenerazione, deve scorrere e fluire perché rimanga pura e non contaminata, e parimenti è essenziale che defluisca liberamente la no…

NataYoga e Counseling Espressivo - Grounding

sab, 26 aprile, 14:30 – 18:30
"NataYoga - Grounding"
Teorie e tecniche psicocorporee associate al plesso perineale. 



prenotazione necessaria a:
info@yogadanza.it
inviando nome cognome e numero telefonico

costo 40 € + 10 di tessera associativa se non soci ADYCA.asd
abbigliamento comodo
portare tappetino e copertina

informazioni 3202104307

www.yogadanza.it

Evento su Facebook

“Il Corpo come mappa artistica del Sé” Nuovo ciclo di incontri di YogaDanza Counseling e Arteterapie

“Il Corpo come mappa artistica del Sé”
Nuovo ciclo di incontri di YogaDanza Counseling e Arteterapie

Primo Incontro:
venerdì 7 febbraio ore 18.00

“IO-pelle come involucro del Sè”

“... il movimento porta a un migliore orientamento in rapporto al nostro corpo. Non possiamo riconoscere molto del nostro corpo se non lo muoviamo. Il movimento è un importante fattore unificante per le diverse parti del nostro corpo,  con il movimento raggiungiamo un rapporto definito con il mondo esterno e con gli oggetti...”
(Schilder)

Cominceremo questo percorso di esplorazione, prendendo in considerazione l'organo più esteso del nostro corpo, lo strato epidermico, quello che media il nostro contatto con l'esterno, biologicamente, a livello embrionale, in stretta correlazione con il sistema nervoso e con il cervello.
La pelle è ciò che ci protegge, ma anche ciò che ci permette di comunicare con l'ambiente e con l'altro da Sé, è il campo in cui sperimentiamo la nostra primitiva forma di in…