Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

L'uomo e i suoi simboli - Lucilla Loddi

Ciò che noi solitamente connotiamo come simbolo è un segno grafico convenzionale di cui spesso coscientemente ignoriamo il significato ad esso sotteso, fermandoci all’immediato, vi è invece spesso un significato nascosto in un simbolo, appartenente alla sfera inconscia e mai definibile completamente. Noi stessi produciamo dei simboli spontaneamente attraverso i sogni e sulla base di ciò viene spiagata la presenza di una attività inconscia, che influenza la nostra esistenza ed evoluzione. Quindi il sogno si presenta come una sorta di startgate verso l’autoesplorazione. Jung accantona il lavoro sui sogni attraverso la libera associazione, proposto da Freud, soffermandosi sul contenuto del sogno e sul significato del sogno secondo il paziente, indagando sulla facoltà simboleggiatrice e subliminatrice dell’inconscio del sognatore, mettendo da parte qualsiasi tesi preconcetta, cercando di estrapolare i contenuti rimossi dalla coscienza, ma anche i pensieri creativi nuovi, le soluzioni che no…

corso di Nata Yoga del mercoledi

Posti ancora disponibili per il corso di Nata Yoga del mercoledi alle 18.30
informazioni e prenotazioni a info@yogadanza.it

Namaste 
https://www.facebook.com/events/506651669369927/

La Meditazione di Vimala Thakar

La Meditazione di Vimala Thakar
"La Meditazione è un trascendimento del cervello condizionato. E' la crescita di una persona verso una dimensione della Coscienza interamente nuova, dove l'esperienza di Sé giunge a termine, dove chi esperisce, la coscienza dell'Io, dell'Ego, è mantenuta in completa sospensione, in totale acquiescenza; dove i confini spazio-temporali in cui la coscienza dell'Io si muove di momento in momento, si dissolvono nel nulla; dove la dualità giunge a termine; e la frammentaria relazione di soggetto-oggetto con la vita viene completamente a cadere"...  ..."La Meditazione è un movimento non cerebrale della Coscienza umana in armonia con la vita interna e circostante, non può costituire un mezzo rivolto ad un fine"
Tratto da "La Divina Risonanza Mantra e Nada Yoga" di Rosanna Rishi Priya


Corpo yogico

"Vivere, esistere consapevolmente come tāntrika, è vivere in un universo che si avverte penetrato dall'energia divina, un complesso energetico nel quale il corpo è immerso, facendone parte e offrendone un riflesso nella propria struttura: un corpo in cui sono presenti le forze sovrannaturali, le divinità, che lo animano e lo legano al cosmo, un corpo che ha una struttura e una vita divino-umane, e che è, inoltre, un corpo yogico." André Padoux